A.I.O. – I.I.O. Milano

Image

Una gran parte della Storia dell’osteopatia in Italia nasce dalla decisiva spinta data dall’osteopata belga Eddy Deforest.

Eddy Deforest durante una  lezione

Eddy si laurea in fisioterapia in Belgio e durante il dottorato assiste a delle lezioni tenute dalla signora Mézière che lo esorta a iscriversi alla scuola di osteopatia. Eddy si iscrive e si diploma in osteopatia nel luglio del 1981 in Francia, all’Istituto William Gardner Sutherland di Parigi.
Nel 1983 si trasferisce definitivamente in Italia dopo aver passato dal ‘77 in poi tutte le estati in Abruzzo avendo sposato nel ‘76 Maria Mattucci, una donna di origini italiane di Atri, figlia di emigranti che erano andati in Belgio a lavorare nelle miniere di carbone.
Nelle estati al mare di Pineto conosce Paolo Castagna, a sua volta nato in Belgio perché figlio di un minatore nelle miniere di carbone poi tornato in Italia nel 1960. I suoi genitori erano amici dei Mattucci, anche loro di Atri.
Quando Eddy Deforest decide di aprire lo studio in Italia è Paolo Castagna a presentargli il suo amico Manfredo Tarola (la sorella di Paolo era infermiera e lavorava con Tarola) pediatra all’ospedale di Atri con studio privato a Silvi Marina. Tarola si rese subito disponibile ad ospitare Eddy nel suo studio.
Sempre in Abruzzo Eddy contatta Sabatino (Dino) Del Cane, conosciuto all’Università di Fisioterapia in Belgio.
Dino Del Cane nasce in Belgio, a Boussu, da genitori emigrati nella regione carbonifera di Mons; anche lui figlio di un minatore originario di Penna Sant’Andrea, mentre la madre veniva da Cermignano. Con i risparmi del duro lavoro avevano comprato una casa a Roseto per trascorrere le vacanze estive. Pochi anni dopo essersi laureato, Dino decide di venire a vivere in Italia e occupa la casa di Roseto, dove presto trova lavoro nella clinica riabilitativa S. Stefano e dove incontra il collega fisioterapista Pasquale D’Antonio, di Giulianova.

Appena arrivato in Italia Eddy Deforest – sulla spinta dei suoi maestri Regis Godefroy e Jean Josse che già all’epoca si occupavano di promuovere l’osteopatia fuori dai confini francesi e che gli avevano suggerito di far partire una formazione in Italia – comincia a impartire delle lezioni già nel 1982 nello studio di Silvi Marina al suo amico e collega Dino Del Cane, coinvolgendo anche Pasquale D’Antonio. Alle lezioni partecipano anche Manfredo Tarola e Paolo Castagna che essendo professore di educazione fisica, si era sempre interessato di correttiva ma soprattutto, su suggerimento di Eddy, era andato a Parigi a formarsi come Mezierista.

Nascita della prima scuola di osteopatia in Italia: la storia

Nel 1984 si organizzano per promuovere una scuola di osteopatia vera e propria adottando i programmi dell’esperienza fatta da Eddy in Francia.
Pasquale, incaricato della grafica del volantino, crea un pieghevole sul colore viola con una mano disegnata, e attraverso gli elenchi telefonici scrivono ai centri di fisioterapia che riescono a raggiungere.

Rispondono all’annuncio in 15:
Felice Pizzolorusso di Andria che trova occasionalmente la locandina nell’ufficio della direzione sanitaria dove lavorava all’epoca;
Fulvio De Panfiliis di Sulmona; Flavio Angelini che frequenta solo il primo anno a causa di problemi di salute della moglie; Fabrizio Cingolani di Rimini, che trova l’annuncio su una rivista di chinesiologi dell’unc; Vitale Vittorio anche lui riminese, che però non ha concluso il percorso; Luigi Mondaini, sempre di Rimini, che smise per gravi problemi di salute; Giovanna Di Giampietro diplomata nel 1996 per poi diventare suora di clausura a Offida; Mazzaferro Franca amica di Giovanna fkt che ha abbandonato già dopo il primo seminario per poi dedicarsi ai corsi di Vojta per i bambini; Liliana Senatore di Potenza; Corrado un ortopedico e 2 colleghi di Eboli.

Questo gruppo iniziale si è arricchito al secondo anno con Andrea Ferrero, ortopedico di Torino reduce da un primo anno frequentato alla scuola di Richard Raymond di Lione, ma che non ha esitato a trasferirsi a Pescara una volta a conoscenza di questa nuova realtà osteopatica italiana.

Il primo corso si tiene nel dicembre del 1984 all’ospedale Umberto I di Ancona grazie alla collaborazione col dott. Sciarretta, all’epoca primario di fisiatria dell’ospedale civile di Ancona, ma anche un agopuntore molto aperto verso la medicina olistica. Il dott. Sciarretta mise a disposizione delle aule in un prefabbricato in metallo che l’ospedale non utilizzava, in precedenza adibite alla mensa dei muratori dediti alla ricostruzione dell’Ospedale Umberto I a seguito del sisma del 1972. Le aule erano fredde d’inverno e calde d’estate.
Ogni seminario costava 250.000 lire
L’insegnante principale è chiaramente Eddy Deforest che tiene un po’ tutte le lezioni dal punto di vista osteopatico. Per quanto riguarda le scienze di base si alternano il dottor Manfredo Tarola, oltre all’anatomia, per l’area della patologia e la neurologia e Nando Odorisio, radiologo e cognato di Manfredo (avendo sposato sua sorella) per la radiologia, l’anatomia e la fisiologia. A Sabatino Del Cane invece, il compito di insegnare la meccanica articolare del Kapandji.

Malgrado le scarse risorse economiche, nei primi anni partecipano ad un seminario della scuola Regis Godefroid (uno dei maestri di Eddy Deforest) direttore dell’IWGS Parigi e Leopold Busquet, offrendo la sua collaborazione per i successivi 3 anni.
Saranno diverse  le collaborazioni con docenti prestigiosi francesi e inglesi anche negli anni successivi, fra questi anche Francis Peyralade, René Brien, Didier Le Hougre, Pierre Tricot, Roger Caporossi e Clive Standen.

La nascita dell’Associazione Italiana di Osteopatia (AIO)

È il gruppo iniziale a fondare l’Associazione Italiana di Osteopatia (AIO), alla stesura del cui statuto ha contribuito Salvatore, avvocato e marito di Liliana Senatore di Potenza.
Precisamente istituiscono l’AIO Maria Mattucci (per Eddy Deforest), Sabatino Del Cane, Pasquale D’Antonio, Paolo Castagna e Tarola Manfredo, a cui si aggiunge successivamente Nando Odorisio.

Il secondo anno la formazione si sposta a Pescara nei locali di una scuola privata in via Trilussa, al centro della città. Il terzo anno parte a Pescara per poi spostarsi a Roma, nella sede Domus Pacis dove rimane solo due anni.
Nel 1985, al secondo anno, parte contemporaneamente una formazione a Milano nella Fondazione Don Gnocchi, che continuerà anche l’anno successivo al PIME (Pontificio Istituto Missioni Estere) in via Monte Rosa, per poi trasferirsi alle Stelline. La scuola rimase alle Stelline di Corso Magenta per alcuni anni, per poi trasferirsi – a partire dal 1992 – all’Hotel Leonardo da Vinci nel quartiere Comasina, a nord della città.
I corsi si sono tenuti contemporaneamente a Roma e a Milano per i primi anni, ma dal 1989/90 la formazione osteopatica si è svolta esclusivamente a Milano.

Nel 1989 nasce l’Istituto Italiano di Osteopatia (IIO)

L’Istituto Italiano di Osteopatia (IIO) nasce nell’ottobre del 1989 come evoluzione dell’AIO.

Il 25 giugno 1987 il primissimo gruppo che aveva iniziato la formazione con Eddy Deforest nel 1982 tiene il primo esame di CO.

Si tratta di:
D’Antonio Pasquale, Paolo Castagna, Sabatino Del Cane e Manfredo Tarola.

La commissione d’esame fu formata da Nando Odorisio, Eddy Deforest, Francis Peyralade e Steve Sandler.

C.O. Paolo Castagna 1987

I primi Certificates of Osteopathic Medicine (C.O.) della prima classe ufficiale sono stati rilasciati a Milano l’8 luglio 1989 dalla commissione d’esame composta da Eddy Deforest in qualità di direttore della scuola, Steve Sandler, Francis Peyralade, Briend Renè, Caporossi Roger e Nando Odorisio.

Dei primi 15 studenti appartenenti al gruppo iniziale, parteciperanno a questi esami nel 1989 solo in 5: Felice Pizzolorusso, Giovanna Di Giampietro, Fulvio De Panfilis, Fabrizio Cingolani e Andrea Ferrero che, per curiosità, prima di sostenere l’esame si ritirarono una settimana a casa di Cingolani per studiare.

C.O. di Fabrizio Cingolani 1987

C.O. Fabrizio Cingolani 1989

Primi D.O. conseguiti nel 1990

Il 10 luglio del 1990 vengono consegnati i primi Diplomi di Osteopatia (D.O.) a Milano, alle Stelline.
Questi i primi osteopati diplomati e quindi i primi osteopati italiani:
D’Antonio Pasquale;
Castagna Paolo;
Del Cane Sabatino;
Tarola Manfredo;
Pizzolorusso Felice;
De Panfilis Fulvio.

A presiedere la commissione fu Standen Clive, all’epoca direttore della British School of Osteopaty di Londra e commissari d’esame furono
Deforest Eddy in qualità di Presidente del ROI, Peyralade Francis docente al CETHOM di Parigi, Caporossi Roger professore del CETHOM di Parigi, Briend Renè come rappresentante del Registro Francese, Odorisio Nando, radiologo, Sandler Steve docente della BSO di Londra e Corfu Francois, direttore della Scuola di Losanna e docente di radiologia alla IWGS di Parigi.

D.O. Felice Pizzolorusso 1990

10 Luglio 1990

1. Riccardo Iacolina – 2. Edda Gallo – 3. Maria Grazia De Bernardi – 4. Fausto Tonni – 5. Piero Botti – 6. Iginio Furlan –  7. Pasquale D’Antonio – 8. 9. 10. Manfredo Tarola – 11. Gabriella Raguzzoni – 12. Paola Sciomachen – 13. Luigi Ciullo – 14. Vincenzo Cozzolino – 15. Paolo Castagna – 16. Felice Pizzolorusso – 17. Dino Del Cane – 18. Edgardo Scarpa – 19. Nicola Di Mattia – 20. Fulvio Mautino – 21. Angelo Troiano – 22. Antonello Cerza

10 Luglio 1990

1.Vincenzo Cozzolino – 2. Fausto Tonni – 3. Gabriella Raguzzoni – 4. Maria Grazia De Bernardi – 5. Paola Sciomachen – 6. Edda Gallo – 7. Felice Pizzolorusso – 8. Riccardo Iacolina – 9. Edgardo Scarpa – 10. Nicola Di Mattia – 11. Antonello Cerza – 12. Angelo Troiano – 13. Fulvio Mautino – 14. – 15. Luigi Ciullo.

Elenco allievi iscritti al secondo anno

Cerza Antonello;
Ciullo Luigi, che fonda una scuola a Genova;
Cozzolino Vincenzo
De Bernardi Maria Grazia;
Di Mattia Nicola che fonda la scuola di Pescara;
Furlan Iginio di Gattico della provincia di Novara, che è stato direttore del SIOTEMA e vice presidente del ROI per diversi anni;
Gallo Edda, medico che venne a conoscenza dell’osteopatia attraverso la sua collega con cui aveva fatto la specializzazione, nonché moglie di Tarola;
Iacolina Riccardo di Como;
Mandara Alfonso che dal secondo anno si trasferisce in Inghilterra alla scuola a tempo pieno di Maidstone dove consegue la laurea nel 1993;
Mautino Fulvio, medico ortopedico di Torino;
Raguzzoni Gabriella di Verona;
Ranaudo Piero di Pallanza, Verbania;
Scarpa Edgardo tra i fondatori della scuola di Torino;
Sciomachen Paola, tra le prime ad occuparsi di osteopatia pediatrica e presidente del ROI;
Tonni Fausto di Molinetto, di Brescia;
Troiano Angelo di Potenza che si diplomerà nel 1995;
Un amico di Brazzo di Bolzano.

Angelo Pagano, cognato di Alfonso Mandara, che frequenterà solo un anno;
Benedetto Toso di Milano, ritirato dopo i primi due anni;
Camilla Zuccoli di Mandello del Lario, che probabilmente avrà frequentato solo 3 anni;
Giuseppe Montagna, fisioterapista di Pavia che ha conseguito solo il C.O.;
Giuseppe Novelli, morto in un incidente in moto dopo il C.O.;
Livio Dolzani, un medico di base alternativo della Val di Non che ha frequentato solo due anni;
Marco Brazzo di Bolzano probabilmente in corso fino al terzo anno;
Paola Tovo di Verona, frequenta probabilmente fino al terzo;

Il sesto anno di osteopatia si struttura non in un’unica sede ma nella forma di seminari monotematici, di seguito l’elenco dei primi seminari della scuola:

  • 23.24.25 novembre 1990 – Milano Hotel Leonardo da Vinci
    Posturologia – Patrick Guillaume DO F
  • 11.12.13 gennaio 1991
    Metodologia per trattare la meccanica umana – Roger Caporossi
  • 22.23.24 febbraio 1991 – Pescara
    Tecniche articolatorie – Clive Standen DO GB
  • 15.16.17 marzo 1991 -Milano Hotel Leonardo da Vinci
    Lavoro osteopatico sul neonato e sul bambino – Francis Peyralade DO F
  • 12.13.14 aprile 1991 – Pescara?
    Metodologia per trattare la meccanica umana – Roger Caporossi DO F
  • 20.21.22.23 febbraio 1992 – Tirrenia c/o Centro studi dell’Unione Italiana Ciechi
    Osteopatia viscerale – Didier Le Hougre DO F
  • 23.24.25.26 aprile 1992 – Pescara
    Tecniche strutturali di normalizzazione del rachide e del bacino – Clive Standen DO GB
  • 19.20.21.22 novembre 1992 – Tirrenia c/o Centro studi dell’Unione Italiana Ciechi
    Il sistema emuntoriale – Didier Le Hougre DO F
  • 14.15.16.17 gennaio 1993 – Tirrenia c/o Centro studi dell’Unione Italiana Ciechi
    Osteopatia somato-emozionale – Bernard Darraillans DO F
  • 27.28.29.30 maggio 1993 – Giulianova
    Approccio miofasciale in osteopatia – Francis Peyralade DO F con Didier Le Hougre DO F
  • 2.3.4.5 marzo 1995 – Milano Hotel Leonardo da Vinci
    Posturologia – Patrick Guillaume DO F
  • 1.2.3.4 giugno 1995 Giulianova
    Tecniche riflesse in osteopatia – Francis Peyralade DO F
  • Sabato 11 domenica 12 marzo 2000 – Milano Hotel Leonardo da Vinci
    Conferenza con Viola Fryman DO e Yuri Moskalenko – Titolo?

Corso Fasciale a Giulianova

 

1. Francis Peyralade – 2. Didier Le Hougre – 3. – Pasquale D’Antonio – 4. Paola Sciomachen – 5. – 6. Manfredo Tarola – 7. Erio Mossi – 8. Gina Barlafante – 9. – 10. Cristiana Pozzi – 11. Iginio Furlan – 12. Stefano Mangiavillano – 13. Gabiella Raguzzoni – 14.- 15. – 16. – 17 Edda Gallo – 18. Graziano De Feo – 19 . – 20. Massimo Arioli – 21. –  22. Riccardo Iacolina – 23. – 24. – 25. – 26. – 27. Italvittorio Chiesi –  28. – 29. – 30. – 31. Fausto Tonni – 32. – 33. – 34. – 35. – 36. – 37. – 38. – 39. – 40. – 41. – 42. – 43. – 44. –  45. Paolo Castagna – 46. – 47. – 48. – 49. – 50. Sabatino Del Cane – 51. –

Si ringrazia per il contributo dato alla ricostruzione della storia dell’IIO:

Riccardo Iacolina (tutte le foto sono sue), Eddy Deforest, Pasquale D’Antonio, Paolo Castagna, Dino Del Cane, Felice Pizzolorusso, Giovanna Di Giampietro, Fulvio De Panfilis, Vincenzo Cozzolino, Paola Sciomachen, Edda Gallo, Andrea Ferrero, Alfonso Mandara, Fabrizio Cingolani.

Invitiamo tutti i protagonisti della storia a contribuire ulteriormente per renderla più ricca e precisa possibile fornendoci dati, immagini e documenti.

Sei un osteopata?

Registrati ed usufruisci dei vantaggi dell'iscrizione. Crea il tuo profilo pubblico e pubblica i tuoi studi. È gratis!

Registrati ora

Scuola o Ente di Formazione?

Registrati ed usufruisci dei vantaggi dell'iscrizione. Crea il tuo profilo pubblico e pubblica i tuoi studi. È gratis!

Registrati ora

Vuoi diventare osteopata? Sei uno studente?

Registrati ed usufruisci dei vantaggi dell'iscrizione. Crea il tuo profilo pubblico e pubblica i tuoi studi. È gratis!

Registrati ora

Storia dell'Osteopatia Italiana

Intervista a Eddy Deforest, pioniere dell'osteopatia in Italia

Leggi
...

Redazione

administrator

Scopri di più