Donatella Bagagiolo, Debora Rosa, Francesca Borrelli | Anno 2022

Efficacia e sicurezza del trattamento manipolativo osteopatico: una panoramica delle revisioni sistematiche

Ambito:

Efficacia e sicurezza dell'OMT

Tipo di studio:

Revisione di revisioni sistematiche e meta-analisi

Data di pubblicazione della ricerca:

12-04-2022

Image

Scopo dello studio

  • Obiettivo: valutare l’efficacia e la sicurezza dell’OMT
  • Outcome misurati:
    • Primari: qualsiasi endpoint di rilevanza clinica
    • Secondari: effetti avversi

Metodi

  • Articoli analizzati: 9
  • Stringa di ricerca: combinazione dei seguenti termini: osteopathic, treatment, medicine, manipulation, review, “systematic review” e meta-analysis
  • Criteri di inclusione: revisioni sistematiche o meta-analisi in cui sono stati analizzati specificamente studi randomizzati controllati (RCT); RCT da revisioni sistematiche con criteri di inclusione non chiari; gli outcome valutati sono stati endpoint clinici; qualsiasi tipologia di paziente (sesso, età, etc.) e condizione clinica; OMT eseguito da osteopati, medici osteopati o studenti di osteopatia; OMT protocollato o personalizzato basato sempre sui principi dell’osteopatia; ogni tipo di controllo (trattamento sham, o fittizio, tocco leggero, lista d’attesa, nessun trattamento, fisioterapia, cure standard, terapie alternative); ogni setting terapeutico.
  • Criteri di esclusione: revisioni sistematiche o meta-analisi di studi diagnostici; revisioni sistematiche o meta-analisi “vecchie” (nel senso che ne sono uscite versioni aggiornate); revisioni narrative; outcome non clinici, relativi a disfunzioni somatiche o procedure diagnostiche; studi su animali o persone sane.

Caratteristiche degli studi

  • 6 revisioni su problemi muscoloscheletrici
    • 4 revisioni su lombalgia (22 studi e 2.053 persone)
    • 1 revisione su cervicalgia (3 studi e 123 persone)
    • 1 revisione su dolore cronico di derivazione non tumorale (16 studi e 728 persone)
  • 1 revisione nell’ambito pediatrico (17 studi e 887 persone)
  • 1 revisione su problemi neurologici (5 studi e 235 persone)
  • 1 revisione su problemi viscerali (5 studi e 204 persone)
  • complessivamente, 57 studi diversi (senza contare le ripetizioni)
  • valutazione della qualità delle revisioni sistematiche tramite AMSTAR-2, e dei singoli RCT tramite Cochrane risk of bias (RoB)
    • buona parte degli RCT sono stati considerati ad alto rischio bias
    • 7 revisioni sono state considerate di bassa qualità e in 2 revisioni sono stati trovati degli elementi critici

Partecipanti

  • Numero totale: 3.740 persone diverse (senza contare gli studi ripetuti).

Interventi e valutazioni

  • Nei gruppi OMT:
    • variabile a seconda dello studio.
  • Nei gruppi di controllo:
    • nessun trattamento, trattamento sham (manuale o ultrasuoni).

Risultati

  • Outcome primari:
    • lombalgia: vi sono risultati inconcludenti a causa di studi di bassa qualità o con alta eterogeneità. L’OMT può favorire un miglioramento nel dolore e nello stato funzionale in caso di lombalgia cronica e di lombalgia durante la gravidanza;
    • cervicalgia: l’OMT ha mostrato di poter migliorare il dolore in caso di cervicalgia, ma non sembra esserci un effetto importante sullo stato funzionale. Anche in questo caso, i singoli studi analizzati mostrano un alto rischio di bias;
    • dolore cronico di derivazione non tumorale: l’OMT può ridurre il dolore muscoloscheletrico e la disabilità annessa e migliorare la qualità della vita;
    • ambito pediatrico: sembra che gli studi di bassa qualità riportino effetti a favore dell’OMT, mentre gli studi di alta qualità abbiamo fallito nel trovare effetti a favore dell’OMT. Le condizioni pediatriche che hanno visto dei miglioramenti sono state: ostruzione congenita dei dotti lacrimali, accrescimento di peso, coliche infantili, asimmetria posturale, minzione disfunzionale, durata ricovero ospedaliero;
    • problemi neurologici: benché i risultati abbiano mostrato effetti positivi dell’OMT sull’emicrania e sulla cefalea tensiva, l’alto livello di bias e di eterogeneità degli studi impedisce di trarre conclusioni definitive;
    • problemi viscerali: nonostante l’alta eterogeneità, l’OMT sembra aver migliorato positivamente la salute in caso di sindrome dell’intestino irritabile.
  • Outcome secondari:
    • benché molti studi non abbiano analizzato l’insorgenza di effetti avversi, gli altri studi hanno trovato effetti avversi lievi (rigidità e stanchezza). È stato rilevato un caso di spasticità muscolare nella schiena post-OMT nella popolazione adulta, 4 casi di peggioramento delle condizioni vegetative nella popolazione pediatrica.

Discussione

Il principale dato che emerge è la carenza metodologica degli studi in ambito osteopatico, carenza che si riflette necessariamente sulla qualità degli studi e sulla possibilità di trarre conclusioni adeguate.

In particolare, nonostante richiami all’interno della stessa comunità osteopatica, poco spazio viene dato ad un’adeguata descrizione del trattamento sham da affiancare necessariamente all’OMT per favorire il blinding dei partecipanti.

Inoltre, anche la descrizione dell’OMT eseguito e la modalità di misurazione degli outcome è spesso superficiale, sia negli studi sia nelle revisioni sistematiche: sarebbe bene che gli autori seguissero linee guida quali il Template for Intervention Description and Replication guide/checklist (TIDieR) e i CONsolidated Standards of Reporting Trials (CONSORT). In questo modo, si aumenta la possibilità di replicare lo studio e, quindi, verificare i risultati ottenuti.

Concretamente, l’OMT sembra promettente nel trattare i disordini muscoloscheletrici, in particolare nel ridurre il dolore, ma risulta limitata nelle condizioni pediatriche e nelle problematiche viscerali e neurologiche (cefalee). Queste conclusioni sono strettamente legate alla bassa qualità degli studi, in particolare ai piccoli campioni esaminati e all’eterogeneità nel campione, nei trattamenti e negli outcome misurati, cose che impediscono una comparazione efficace dei risultati.

Per quanto riguarda gli effetti avversi, l’OMT sembra sicura in quanto molti pochi sono stati gli effetti avversi riportati. Tuttavia, sono pochi gli studi, revisioni sistematiche comprese, che riportano la definizione di effetti avversi e le modalità con cui vengono rilevati. Anche questo aspetto deve essere migliorato se si vuole affermare con certezza che l’OMT è sicura.

I limiti di questa revisione stanno nei criteri di inclusione, molto stretti sia per il tipo di studi (solo revisioni sistematiche di RCT) sia per il tipo di operatore (solo osteopati e medici osteopati, studenti o professionisti). Queste scelte sono state fatte in quanto gli RCT sono il gold standard e in quanto è stato considerato che l’uso di tecniche osteopatiche da parte di non osteopati poteva risultare in un trattamento non in linea con i principi osteopatici.

La recensione di Osteopedia

A cura di Marco Chiera

Punti di forza: accurata descrizione metodologica.
Sono stati puntualizzati importanti punti di debolezza degli studi osteopatici e sono stati forniti degli spunti su come risolverli.
Sono state considerate solo le revisioni dove l’OMT è stato eseguito da osteopati, medici osteopati o studenti di osteopatia.

Limiti: sono state incluse solo le revisioni di RCT. Se è vero che gli RCT sono una risorsa essenziale nella ricerca scientifica, è anche vero che l’ultima decade ne ha sottolineato tutti i limiti. Non a caso sono emersi altri tipi di trial (es. gli N-of-1 o i benchmarking controlled trial) e sono stati rivalutati gli studi osservazionali.
Sarebbe stato interessante una breve disamina o tabella sugli interventi applicati nei vari studi e sugli specifici outcome rilevati. Senza di essi è difficile valutare la critica mossa dagli autori di “eterogeneità” degli interventi in quanto l’OMT personalizzato è per sua natura eterogeneo, ossia personalizzato.

Sei un osteopata?

Registrati ed usufruisci dei vantaggi dell'iscrizione. Crea il tuo profilo pubblico e pubblica i tuoi studi. È gratis!

Registrati ora

Scuola o Ente di Formazione?

Registrati ed usufruisci dei vantaggi dell'iscrizione. Crea il tuo profilo pubblico e pubblica i tuoi studi. È gratis!

Registrati ora

Vuoi diventare osteopata? Sei uno studente?

Registrati ed usufruisci dei vantaggi dell'iscrizione. Crea il tuo profilo pubblico e pubblica i tuoi studi. È gratis!

Registrati ora