Alessandro Accorsi, Chiara Lucci, Lorenzo Di Mattia, Cristina Granchelli, Gina Barlafante, Federica Fini, Gianfranco Pizzolorusso, Francesco Cerritelli, Maurizio Pincherle

Effetto della terapia manipolativa osteopatica nei bambini con ADHD

Patologia:

Disturbo da deficit dell'attenzione e iperattività (ADHD)

Tipo di studio:

Trial randomizzato controllato

Image

Scopo dello studio

  • Obiettivo: valutare l’efficacia dell’OMTh nel trattamento di bambini con ADHD
  • Outcome misurati:
    • Primari: punteggi di accuratezza e rapidità del Biancardi-Stroppa Modified Bell Cancellation Test

Partecipanti

  • Numero: 28 bambini (5 femmine e 23 maschi)
  • Criteri di inclusione: bambini di età 5-15 anni, con diagnosi primaria di ADHD, ricoverati presso un’unità neuropsichiatrica
  • Criteri di esclusione: diagnosi secondaria di ADHD, diagnosi di ritardo mentale, disturbo d’ansia, disturbo pervasivo dello sviluppo, disturbo bipolare, schizofrenia infantile, episodi maniacali, sottosviluppo di una specifica capacità nell’apprendimento, sintomi da iperattività dovuti a disturbi organici o reazioni avverse a farmaci
  • Gruppi di studio: 2 gruppi ottenuti tramite randomizzazione
    • Gruppo 1: cure standard con l’aggiunta di OMTh, 14 bambini (3 femmine e 11 maschi, età media 7,8 anni)
    • Gruppo 2: cure standard, 14 bambini (2 femmine e 12 maschi, età media 8,6 anni)

Interventi e valutazioni

  • Valutazione all’inizio dello studio da parte di un neuropsichiatra per confermare la diagnosi primaria di ADHD
  • raccolta all’inizio dello studio dei seguenti dati: durata e tipo di parto, età gestazionale alla nascita, BMI, sviluppo psicomotorio (tempo impiegato per gattonare, camminare e verbalizzare), terapie farmacologiche, interventi psicosociali, storia di disturbi del sonno, traumi fisici o psicologici, attività fisica, disturbi gastrointestinali, disturbi visivi, dentali o otorinolaringoiatrici e menarca
  • valutazione all’inizio dello studio e dopo 10 settimane dei punteggi di accuratezza e rapidità del Biancardi-Stroppa Modified Bell Cancellation Test
  • valutazione degli effetti avversi dopo ogni sessione
  • 6 sessioni (2 settimanali e 4 quindicinali) da 40 minuti di OMTh e sessioni settimanali di intervento psicosociale (cure standard)
  • OMTh: personalizzato sulla base dei bisogni dei bambini
    • fra le tecniche usate: rilascio miofasciale, craniosacrale, bilanciamento delle tensioni legamentose, bilanciamento delle tensioni membranose
  • cure standard: terapie farmacologiche (metilfenidato o atomoxetina) e interventi psicosociali (programma cognitivo-comportamentale individuale e di gruppo)
  • OMTh eseguito da osteopati iscritti al Registro Osteopati d’Italia che hanno seguito un allenamento di 8 ore per definire una procedura di valutazione standard
  • intervento psicosociale eseguito da uno psicologo specializzato

Risultati

  • Outcome primari: alla fine dello studio, il gruppo con OMTh ha mostrato un punteggio di rapidità nel Biancardi-Stroppa Test superiore rispetto al gruppo con sole cure standard in maniera statisticamente significativa. Al contrario, il punteggio di accuratezza non è risultato differente fra i due gruppi.
    Tuttavia, mentre il gruppo con sole cure standard non ha visto modifiche nei punteggi fra l’inizio e la fine dello studio, entrambi i punteggi sono aumentati per il gruppo con OMTh.
  • Analisi ulteriori: tramite regressione multivariata, entrambi i punteggi del Biancardi-Stroppa Test sono risultati correlati positivamente con l’esecuzione dell’OMTh. Inoltre, il miglioramento del punteggio di rapidità è risultato un predittore per il miglioramento del punteggio di accuratezza (più migliorava la rapidità, maggiore diventava l’accuratezza).
    Di contro, le cure standard non hanno mostrato alcun legame con i punteggi del Biancardi-Stroppa Test.
    Nel gruppo con OMTh sono state riscontrate disfunzioni somatiche in particolare al segmento L5-S1, alla sincondrosi sfenobasilare, alla sacroiliaca di sinistra, alla sutura occipito-mastoidea, all’ileo sinistro, al diaframma, alle suture interparietali, alla fascia viscerale, ai condili occipitali sinistro e destro e al segmento T12-L1.

Discussione

L’OMTh sembra in grado di influenzare positivamente i bambini con ADHD, come ha mostrato il miglioramento avuto nel gruppo che ha seguito cure standard con l’aggiunta di OMTh rispetto al gruppo con sole cure standard.
Gli effetti dell’OMTh potrebbero coinvolgere la stimolazione del rilascio di endocannabinoidi, i quali sono stati riconosciuti centrali nella gestione neurofisiologica dell’ADHD.

Un risultato interessante è la frequenza con cui sono state trovate disfunzioni somatiche a livello del segmento L5-S1, della sincondrosi sfenobasilare, così come in altre aree craniche.
Servono studi su una popolazione più grande e dove si valuti anche un trattamento sham (fittizio) in modo da evitare che i bambini possano riconoscere il trattamento eseguito.

La recensione di Osteopedia

A cura di Marco Chiera

Punti di forza: allenamento pre-studio da parte degli osteopati; uso di un test validato (seppur solo in Italia); buona descrizione degli interventi e degli strumenti di misurazione

Limiti: i risultati sono stati valutati a breve termine (il giorno dopo l’ultimo trattamento); campione esiguo (e poche femmine); sarebbe stato interessante valutare i risultati alla luce dei dati anamnestici raccolti

Sei un osteopata?

Registrati ed usufruisci dei vantaggi dell'iscrizione. Crea il tuo profilo pubblico e pubblica i tuoi studi. È gratis!

Registrati ora

Scuola o Ente di Formazione?

Registrati ed usufruisci dei vantaggi dell'iscrizione. Crea il tuo profilo pubblico e pubblica i tuoi studi. È gratis!

Registrati ora

Vuoi diventare osteopata? Sei uno studente?

Registrati ed usufruisci dei vantaggi dell'iscrizione. Crea il tuo profilo pubblico e pubblica i tuoi studi. È gratis!

Registrati ora