Olga López-Torres, Daniel Mon-López, Carlos Gomis-Marzá, Jorge Lorenzo, Amelia Guadalupe-Grau | Anno 2021

Effetti del rilascio miofasciale o dell’auto-rilascio miofasciale e di un programma di esercizi mirati al controllo posturale in casi di lombalgia in pazienti affetti da scoliosi idiopatica

Patologia:

Scoliosi

Tipo di studio:

Revisione sistematica

Data di pubblicazione della ricerca:

05-03-2021

Image

Scopo dello studio

  • Obiettivo: valutare l’efficacia del rilascio miofasciale in caso di scoliosi idiopatica e lombalgia
  • Outcome misurati:
    • Primari: dolore lombare, flessibilità, range of motion (ROM) e controllo posturale

Metodi

  • Articoli analizzati: 17
  • Stringa di ricerca: ((“idiopathic scoliosis” MeSH) OR “scoliosis” (MeSH term) OR “spine” (all fields) OR “back pain” (MeSH term) AND (“myofascial release” (all fields) OR “foam roller” (all fields) OR “fascia” (all fields)
  • Criteri di inclusione: studi riguardanti gli effetti del massaggio miofasciale o dell’auto-massaggio miofasciale sulla catena posteriore del corpo umano o sulla scoliosi; studi randomizzati controllati su un campione di almeno 15 persone; studi osservazionali; studi che hanno valutato empiricamente l’effetto del massaggio miofasciale; studi in inglese e spagnolo; studi il cui full-text è risultato disponibile
  • Criteri di esclusione: revisioni sistematiche e meta-analisi, studi sugli animali, studi su aree corporee diverse dalla catena posteriore del corpo

Caratteristiche degli studi

  • 2 studi sulla scoliosi
    • 1 studio sperimentale
    • 1 studio per valutare il legame fra scoliosi e dolore mediato dal sistema miofasciale
  • 6 studi sugli effetti dell’auto-massaggio miofasciale sulla lombalgia e la mobilità
  • 9 studi sugli effetti del rilascio miofasciale
  • Valutazione della qualità degli studi tramite scala Cochrane Collaboration Risk of Bias Tool
    • 16 studi con basso rischio di bias e 1 studio con rischio moderato
    • 10 studi non hanno avuto il gruppo di controllo

Partecipanti

  • Numero nello studio più piccolo (ad esclusioni degli studi su casi singoli): 10 persone
  • Numero nello studio più grande: 75 donne
  • Totale: 533 persone (396 donne e 137 uomini)
  • Età media: da 18 a 63 anni

Interventi e valutazioni

  • Gli strumenti di valutazione sono stati molti vari: da scale per valutare il dolore quali la Visual Analog Scale (VAS) fino a scale per valutare la qualità della vita
  • Da 1 sessione fino a programmi durati 6 mesi di intervento, con tempo variabile
    • In alcuni casi è stato definito per area trattata: da 30 secondi a 4 minuti di massaggio per zona corporea
    • In altri casi è stato definito per sessione: da 15 a 60 minuti
  • Nei gruppi di trattamento: tecniche di rilascio miofasciale applicate da operatori (10 studi), dagli stessi pazienti come auto-massaggio tramite particolari strumenti (6 studi) o entrambi (1 studio)
    • 1 studio che ha valutato il rilascio di miofasciale e 1 studio che ha valutato l’auto-rilascio miofasciale hanno anche valutato un programma di esercizi mirati al controllo posturale
    • Gli strumenti usati nel caso dell’auto-massaggio sono stati palline e bastoncini da massaggio, foam roller
  • Nei gruppi di controllo: nessuno, trattamento sham

Risultati

Outcome primari: tutti gli 11 studi che hanno valutato il dolore lombare hanno riportato un miglioramento statisticamente significativo a fronte sia del rilascio miofasciale (7 studi) sia dell’auto-rilascio miofasciale (4 studi).
In merito a flessibilità e ROM, tutti i 5 studi che hanno valutato l’effetto dell’auto-rilascio miofasciale hanno mostrato miglioramenti statisticamente significativi nella flessibilità dei muscoli flessori della coscia e nella flessione della schiena e del bacino. I 7 studi che hanno valutato il rilascio miofasciale (4 dei quali su persone con dolore o patologie alla schiena) hanno mostrato un miglioramento nella rotazione del tronco e nella mobilità in maniera statisticamente significativa. Uno di questi studi ha riportato un simile effetto tramite rilascio miofasciale applicato al diaframma.Per quanto riguarda il controllo posturale, i 2 studi che hanno valutato l’applicazione del rilascio miofasciale assieme ad esercizi per il controllo posturale hanno rilevato un miglioramento della mobilità (ROM del tronco) e una diminuzione del dolore lombare, in maniera statisticamente significativa.

Gli effetti sopra riportati sono stati riportati anche nello studio che ha valutato nello specifico l’effetto del rilascio miofasciale su persone con scoliosi. A tal proposito, lo studio che ha valutato il legame fra scoliosi e dolore ha riportato che alterazioni fasciale e trigger point possono mediare questo legame e, quindi, il rilascio miofasciale può ridurre l’impatto negativo della scoliosi sulla qualità della vita.

Discussione

Il rilascio miofasciale, sia quando applicato da operatori professionisti sia quando auto-applicato dai pazienti, ha mostrato sia di poter migliorare sia la funzionalità del sistema miofasciale, intesa come ROM e mobilità, sia di poter ridurre il dolore lombare. Questi risultati sono emersi anche in caso di scoliosi idiopatica.
Una possibile spiegazione dell’effetto del rilascio miofasciale, in particolare applicato alla catena posteriore del corpo umano, può trovarsi nell’organizzazione del sistema nervoso, in quanto tendini, muscoli e tessuti fasciali sono riccamente innervati di recettori che, quando stimolati, inviano molteplici segnali al sistema nervoso centrale, il quale li elabora per ridefinire un nuovo equilibrio.
A livello complementare, un’altra possibile spiegazione può trovarsi nell’organizzazione del sistema miofasciale come struttura tensegritiva, per cui ogni zona corporea tende ad essere collegata con le altre al fine di distribuire le tensioni meccaniche su tutto il corpo, favorendo un riadattamento globale a fronte di stimoli meccanici.

Questi meccanismi potrebbero anche sottostare al miglioramento nel controllo posturale. Inoltre, il rilascio miofasciale può aver attivato il sistema parasimpatico, favorendo così la diminuzione di dolore e una miglior consapevolezza della propria postura.

Benché servano studi più approfonditi, in particolare sulla scoliosi, l’evidenza positiva riportata dal rilascio miofasciale rende questo intervento particolarmente utile. Inoltre, il fatto che questo massaggio possa essere effettuato autonomamente dai pazienti ne aumenta l’utilità clinica

La recensione di Osteopedia

A cura di Marco Chiera

Punti di forza: buona descrizione introduttiva del rilascio miofasciale; buona rappresentazione tabellare degli studi analizzati; buona discussione dei possibili effetti avuti dal rilascio miofasciale e del loro possibile razionale.

Limiti: mancanza di una descrizione dei limiti dello studio; non sono stati valutati gli effetti avversi del rilascio miofasciale o dell’auto-rilascio miofasciale; a parte un breve accenno, non si è parlato degli eventuali gruppi di controllo; il titolo è un po’ fuorviante, in quanto solo 2 articoli su 17 hanno trattato di scoliosi.

Sei un osteopata?

Registrati ed usufruisci dei vantaggi dell'iscrizione. Crea il tuo profilo pubblico e pubblica i tuoi studi. È gratis!

Registrati ora

Scuola o Ente di Formazione?

Registrati ed usufruisci dei vantaggi dell'iscrizione. Crea il tuo profilo pubblico e pubblica i tuoi studi. È gratis!

Registrati ora

Vuoi diventare osteopata? Sei uno studente?

Registrati ed usufruisci dei vantaggi dell'iscrizione. Crea il tuo profilo pubblico e pubblica i tuoi studi. È gratis!

Registrati ora